Rinko Kawauchi
(Untitled, from the series of "Illuminance", 2009, © Rinko Kawauchi, courtesy of the artist and Galerie Priska Pasquer, Cologne)
19/09/2011
FOTOGRAFIA | Incontri | 23 - 24 Settembre, ore 16.30 - 21.30

Il Festival dedica uno spazio a grandi esponenti della fotografia internazionale come Alec Soth, Rinko Kawauchi, Tod Papageorge, Sebastian Hau, William Guerrieri, Asako Narahashi, Leonie Hampton e Ferdinand Brueggemann che, attraverso una serie di letture e conversazioni, esporranno le loro riflessioni sulla contemporaneità della fotografia, mentre i curatori (Paul Wombell, Valentina Tanni, Marc Prust, Rob Hornstra, Tre/Terzi, Marco Delogu e Alessandro Dandini de Sylva) si alterneranno in una serie di appuntamenti in cui discuteranno del loro lavoro e dei loro progetti. In occasione di questa X edizione intitolata “Motherland” verranno inoltre messi a confronto tre realtà italiane (Lugo, Rapallo e Villanova Monteleone) che si sono distinte per aver dedicato un’attenzione particolare alle nuove produzioni sul territorio.


23 settembre, ore 17:
Stato d’Italia — Emiliano Mancuso, Renata Ferri
Emiliano Mancuso parlerà con Renata Ferri del suo lavoro Stato d’Italia, viaggio lungo tre anni attraverso l’Italia della crisi economica e sociale, dagli sbarchi di Lampedusa alla crisi nel nord est, dalla vita a Montecitorio ai fatti di Rosarno, e così via attraverso la più recente cronaca italiana. Le immagini di Mancuso,e i testi di Laura Eduati, Andrea Milluzzi e Angela Mauro. partiti come un blog (www.reportageitalia.it), dove venivano raccolte le diverse storie e reportage, sono ora diventati un libro edito da Postcart, con la prefazione di Lucia Annunziata e a cura di Renata Ferri. Una mostra completa di tutto il lavoro sarà allestita presso Officine Fotografiche dal 7 novembre 2011.


23 settembre, ore 18:
Japan Talks — Ferdinand Brueggemann, Rinko Kawauchi, 3/3
La visione poetica della Kawauchi, il suo discreto modo di generare immagini di incredibile forza sembra procedere, quasi letteralmente, per illuminazioni. La luce è l’elemento fondamentale per entrare nel mondo della Kawauchi, che riesce a trasfigurarla in metafora in costante cambiamento del nostro essere al mondo. Illuminance è il titolo dell’ultimo libro di Rinko Kawauchi, il primo ad essere prodotto fuori dal Giappone. Frutto di una co-produzione di Aperture e altre case editrici, in Italia è edito da Postcart. Illuminance raccoglie una serie di fotografie realizzate negli ultimi quindici anni, alcune già presenti in altri libri della Kawauchi, che nella forma libro trova una delle sue modalità di espressione più riuscite e riconosciute, fin da quando nel 2002 ha vinto il prestigioso Kimura Ihei Award per i due volumi Utatane e Hanabi. Nel suo talk, Rinko Kawauchi racconterà come si è sviluppata la creazione di questo suo ultimo lavoro e come la storia del suo personale e sempre intimo rapporto con i libri. Ferdinand Brueggemann, storico della fotografia specializzato sul Giappone e co-direttore della galleria Priska Pasquer riunirà le visioni di queste due artiste in un quadro più ampio e legato alla peculiare situazione che ha visto negli anni ’90 affermarsi in Giappone un ampio numero di artiste donne, in un incontro dal titolo Liquid Dreams – The Rise of Women Photographers in Japan.


23 settembre, ore 19.30:
Photo Book — Leonie Hampton, Sebastian Hau, Alec Soth
Leonie Hampton, Sebastian Hau e Alec Soth parleranno del libro fotografico a partire dalle loro diverse esperienze come fotografi, librai, editori e critici. Negli ultimi anni il fenomeno dei libri self published e la creazione di piccole case editrici come Little Brown Mushroom fondata da Soth, hanno rivoluzionato il mondo dell’editoria fotografica, supportate da festival come Off print Paris e il Photobook Kassel, e da tutti i blog sull’argomento. Una conversazione che si incentrerà sia sulla realizzazione del libro che sugli aspetti della sua promozione e diffusione, in un momento dove il libro diventa sempre più importante nella costruzione dell’identità artistica di un autore.


23 settembre, ore 20.30:
Piergiorgio Branzi — Piergiorgio Branzi, Martina Caruso
Piergiorgio Branzi in conversazione con Martina Caruso.


24 settembre, ore 16.30:
Projects — Luca Nostri
Incontro con Luca Nostri per mettere parlare di realtà italiane (Lugo, Rapallo e Villanova Monteleone) che si sono distinte per aver dedicato un’attenzione particolare alle nuove produzioni sul territorio.


24 settembre, ore 17:
Instant Report — William Guerrieri
Instant Report è una ricerca in progress, che si svolge dal 2008, sui progetti di partecipazione avviati in alcune città, per coinvolgere gli abitati dei quartieri, interessati a trasformazioni urbane o alla risoluzione di problemi di ordine pubblico, nella ricerca di soluzioni condivise. Una sorta di micro-analisi delle identità culturali e delle nuove strategie di gestione del potere politico locale, in alcune aree urbane del paese. Fra i casi esaminati le Ex Fonderie di Modena, che negli anni Cinquanta furono lo scenario di aspri scontri con la polizia e che destinate ad essere abbattute hanno risvegliato negli abitanti del quartiere la volontà di un recupero degli edifici, i problemi di ordine pubblico sorti a seguito della diffusa immigrazione nel quartiere di via del Pratello a Bologna, in passato modello di partecipazione civile, la destinazione d’uso delle caserme dismesse e delle vaste aree industriali del quartiere Navile di Bologna. La sequenza delle immagini è accompagnata da informazioni, testi tratti da documenti pubblici, titoli apparsi sui quotidiani locali, immagini d’archivio.


24 settembre, ore 18:
Japan Talks — Asako Narahashi, 3/3
Lo sguardo di Asako Narahashi si apre alla realtà circostante in modo apparentemente più semplice, ma con una sottigliezza che oltrepassa riferimenti visivi e culturali per ritrovare un rapporto a misura umana con ciò che la circonda. Asako Narahashi farà una panoramica del suo lavoro, dalla fondazione della sua galleria 03fotos, alla collaborazione con Miyako Ishiuchi per la loro rivista Main, alle sue pubblicazioni più conosciute, Half Awake and Half Asleep in the Water, Getting Closer and Getting Further again, Funiculi Funicula.


24 settembre, ore 19:
Core Curriculum — Tod Papageorge
A partire dalle riflessioni pubblicate in Core Curriculum: Scritti sulla Fotografia, appena pubblicato da Aperture, Tod Papageorge parlerà del suo ruolo “formativo” per le giovani generazioni di artisti e dell’importanza della “scuola di Yale” (Gregory Crewdson e Philip Lorca di Corcia tra tutti) all’interno della scena artistica contemporanea. Fotografo e professore di fotografia presso la Yale University School of Art, Papageorge è una delle voci più influenti della fotografia contemporanea, ha plasmato l’opera e il pensiero di generazioni di artisti/fotografi e, attraverso i suoi scritti critici, è stato riconosciuto come guida insolita ed illuminante per il lavoro di molte figure importanti della fotografia del ventesimo secolo. In questo volume, con profonda intuizione critica, discute con artisti come Eugène Atget, Henri Cartier-Bresson, Brassaï, Robert Frank (con Walker Evans), Robert Adams, e il suo caro amico Garry Winogrand.


24 settembre, ore 20:
Pandora — Masasam
Sandra Maunac e Monica Santos del collettivo Masasam in conversazione con gli artisti in mostra alla Reale Accademia di Spagna.

1234