Esposizioni

< Indietro
L'inferno di Dante
Valentina Vannicola
a cura di
Benedetta Cestelli Guidi
 
23 Settembre - 23 Ottobre
MACRO Testaccio
Piazza O.Giustiniani, 4
dalle ore 16.00 alle 24.00 (chiusura biglietteria 23.30) chiuso il lunedì
 

Parafrasando la definizione di E. Auerbach secondo il quale Dante è un ‘poeta del mondo terreno’ Valentina Vannicola ambienta la trasposizione visiva di alcuni passaggi de L’Inferno nella campagna della Maremma laziale, trasformando l’immagine dei gironi e delle pene in un lavoro sul suo territorio di affezione.

L’Inferno è stato scattato nel 2011 e, come i precedenti lavori dell’artista, è un progetto site specific realizzato attraverso un avvicinamento progressivo al testo e alla sua collocazione nel territorio che dalla costa arriva alle colline dell’entroterra. Valentina lavora da regista: alla lettura segue la scelta di alcuni passaggi e la loro sempre originale messa in immagine, l’elaborazione di un bozzetto su carta che serve da mappa, la scenografia, i costumi, le installazioni ed infine lo scatto. Sebbene sia un progetto autoriale, collocabile nel filone della staged photography.

L’Inferno è il risultato del coinvolgimento della comunità locale che si presta a inscenare le pene infernali così come a condividere saperi legati al territorio e/o al proprio patrimonio di oggetti che Valentina riassembla per le sue visionarie installazioni.