Esposizioni

< Indietro
Salvatore
Lorenzo Maccotta
a cura di
Giovanna Calvenzi
 
23 Settembre - 23 Ottobre
MACRO Testaccio
Piazza O.Giustiniani, 4
dalle ore 16.00 alle 24.00 (chiusura biglietteria 23.30) chiuso il lunedì
 

Il progetto di Lorenzo Maccotta era, nelle sue intenzioni, molto semplice: utilizzare la fotografia per realizzare un viaggio ideale che lo aiutasse a conoscere suo padre ma anche a conoscere meglio se stesso. Da subito, tuttavia, questa pretesa semplicità progettuale si è arricchita di variabili. La fotografia, nella sua accezione classica, è strumento ideale per fermare gli eventi, per essere testimone e custode di memorie. A lei invece Lorenzo Maccotta ha chiesto di essergli compagna nel suo viaggio coraggioso, dagli intenti quasi psicanalitici, ma le ha negato le sue genetiche possibilità e le ha imposto di diventare creatrice di memorie, alla ricerca del passato nel presente, di profumi ed emozioni, di suggestioni e ricordi non suoi.

Il viaggio alla ricerca delle radici familiari lo ha portato in Tunisia, a Pantelleria e infine a Roma. Per settimane padre e figlio hanno viaggiato insieme come complici sospettosi, imparando a vedersi e a conoscersi, mettendo in scena luoghi e ricordi, costruendo insieme immagini che attraversano il tempo ma anche lo imprigionano in un presente il cui protagonista è spesso solo suggerito. Maccotta registra la natura, la presenza straniata ma generosa di suo padre, i gesti appena accennati, le immobilità congelate dalle luci alte, e ci regala immagini la cui costruita semplicità – come in un palinsesto medievale – nasconde e rivela una trama di legami sottili, di tensioni irrisolte e infine risolte.