Circuito

< Indietro
Home is not a place
Olivier Thebaud
a cura di
Lorenzo Castore
 
26 Settembre - 29 Ottobre
S.T.
Via degli ombrellari, 25 
 

In collaborazione con Camera Oscura.

Questo è un lavoro su una città cinese e lo è in modo rigoroso, senza pretese giornalistiche di analisi socio-politica, o di esaustiva trattazione della diversità di un Paese lontano. Non è neanche un lavoro caratterizzato da quella fin troppa abusata ricerca personale fine a stessa, che oggi è spesso sinonimo di confusione e di pochezza di contenuti. E' uno spaccato su una città, niente di più e niente di meno, che Olivier ha percorso in lungo e in largo con occhi voraci respirando libertà a pieni polmoni.  

Si avverte l’occhio del fotografo, una visione ed una curiosità che rendono questo lavoro molto speciale e distante dalla serialità antropologica del reportage che cerca di spiegare mondi lontani o esotici. C’è l’entusiasmo della visione, dell’essere e del perdersi in un mondo nuovo mai esplorato che è la parte migliore della fotografia: ancora di più, c'è l'amore trasmesso senza filtri nel momento in cui si riesce a fare quello che si ama. 

C'è la gioia di essere a casa, ovvero dove più di tutto ci piace stare, dove siamo liberi di essere noi stessi. A dirla così sembra una banalità, ma sempre di più ci creiamo scuse, impegni, obblighi che ci tengono lontani da quello che veramente ci corrisponde; oppure le scelte della vita ci portano altrove e ci mettono sulle spalle altre responsabilità che poi nel tempo ci fanno dimenticare da dove viene lo spirito indipendente e il piacere egoistico di stare nel nostro territorio che è solo il nostro.